Buone notizie per i genitori - i giocattoli saranno più sicuri

Sembrano innocenti, sono belli, colorati, emettono stridi, sono piacevoli al tatto, alcuni volano, hanno un numero infinito di "proprietà magiche" e possono essere mortali per i nostri bambini: i giocattoli. Tossici, mal costruiti, importati dalla Cina, dal Messico, sono una vera minaccia per la sicurezza e la salute dei nostri piccoli. In vigore dal 20 luglio, severe norme europee concernenti la sicurezza dei giocattoli assicureranno un controllo migliore.
 
Il nuovo regolamento che disciplina il mercato dei giocattoli deve eliminare i giocattoli pericolosi per la vita e la salute dei bambini. Le normative emanate garantiranno una maggiore sicurezza, maggiore responsabilità dei produttori e degli importatori e una vigilanza più rigorosa.

La Wader - il produttore polacco dei giocattoli per i bambini - è ben soddisfatta della nuova legislazione restrittiva. "Abbiamo aspettato questa direttiva, in quanto ci teniamo a che tutti i giocattoli disponibili nel nostro mercato siano sicuri per i bambini. Da venti anni puntiamo molto sulla produzione di giocattoli durevoli e, soprattutto, sicuri. Tutti i nostri prodotti hanno gli attestati e i certificati di sicurezza in conformità del nuovo regolamento, che si può già scaricare dal nostro sito " dice Marcin Woźniak, il presidente della Wader - Woźniak e il Presidente del Consiglio di Sorveglianza dell’Associazione Polacca del Settore Giocattoli e degli Articoli per Bambini.
 

"Incoraggiamo anche i genitori a controllare i giocattoli. Bisogna controllare che il giocattolo sia certificato CE, sia accompagnato dai documenti necessari come le informazioni che riguardano la sicurezza in lingua polacca e che il produttore / importatore abbia fornito le informazioni che individuano la sua identificazione (il cognome o il nome dell’azienda del produttore, l'indirizzo della sua sede) ..... "

Il nuovo regolamento elimina dal mercato tra l’altro i prodotti destinati al gioco, ma descritti per esempio come "materiali pubblicitari" o con la descrizione "non destinato al gioco." Grazie a questo dal mercato scompariranno i pupazzi o l’oggettistica pericolosi per i bambini,  e  sul mercato resteranno solo quelli che sono assolutamente sicuri. Si sa che la pratica comune è quella di nominare i piccoli giocattoli come "materiale pubblicitario", grazie a ciò l'oggetto poteva avere piccoli elementi molto pericolosi o lacci troppo lunghi oppure sostanze chimiche vietate.
 
Le nuove norme si applicano a tutti i giocattoli che si trovano in commercio nell'Unione europea a partire dal 21 luglio 2011.

Ulteriori informazioni sulle nuove norme sono disponibili all'indirizzo www:
www.mg.gov.pl, www.oznakowanie-ce.pl , www.uokik.gov.pl

powrót